Mobile Security: la prima soluzione che blocca le app sospette prima del download

La nuova soluzione “blinda” i dispositivi e aiuta a risparmiare batteria

Tags: Consumer, antivirus, mobile, security, android, iOS

Trend Micro, leader globale nella sicurezza per il cloud, presenta la nuova versione di Trend Micro Mobile Security per Android e iOS. Trend Micro Mobile Security è la prima soluzione di sicurezza per dispositivi mobili capace di bloccare le applicazioni maligne Android prima che vengano installate, prevenendo così l’eventualità che i device vengano infettati da malware dannosi.

Mobile Security for Android include anche nuove funzionalità, che permettono di prolungare la durata della batteria e ottimizzare la memoria.

“Tutte le altre app di sicurezza rilevano i malware dopo che le app maligne sono state scaricate e installate da Google Play, mettendo così a rischio la sicurezza e le informazioni personali dell’utente” – Ha dichiarato Khoi Nguyen Trend Micro's head of consumer mobile business – “Trend Micro Mobile Security è l’unica ad agire prima, garantendo una maggiore sicurezza. Unendo questa caratteristica a tutte le altre, diventa difficile trovare una soluzione di sicurezza mobile migliore”.

Trend Micro Mobile Security for Android, le nuove caratteristiche:


Trend Micro Mobile Security for Android, le caratteristiche già esistenti:

Per quanto riguarda la versione iOS di Trend Micro Mobile Security per iPhone, iPad e iPod Touch, è stato incluso un nuovo Data Usage monitor per aiutare gli utenti a gestire utilizzo e costi, così da non sforare i propri piani tariffari. Questa nuova caratteristica si aggiunge alle altre funzioni di Safe Surfing, Lost Device Protection, Privacy Scanner per Facebook, Antivirus e Backup/Restore.

Gli AV-TEST, a maggio 2014, hanno certificato che Trend Micro Mobile Security è la soluzione migliore per capacità di rilevare le minacce. Trend Micro Mobile Security è anche certificata da PC Computer Labs e AV-Comparatives, oltre a essere una top-ranking app in Google Play.


Ulteriori informazioni sono disponibili a questo link